Santiago, Italia

Un film di Nanni Moretti
16 maggio 2019

Dal settembre 1973, dopo il colpo di stato del generale Pinochet, l’ambasciata italiana a Santiago (Cile) ha ospitato centinaia e centinaia di richiedenti asilo.

Attraverso le interviste ai protagonisti si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici italiani hanno reso possibile la salvezza di tante vite umane.

 

Nastro d'argento dell'anno 2019
Assegnato dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici

Dettagli sul film

Regista

Nanni Moretti

Con

Nanni Moretti

Generi

Documentario

Paese, anno, durata

IT 2018, 81'

Classificazione

16; ZH: E/16

Formato

Giudizio dei media

«Ho capito perché ho girato ‹Santiago, Italia› quando Matteo Salvini è diventato ministro dell’Interno.» Nanni Moretti, regista

«Un documentario 'partecipato' che fa ode all'intelligenza che fu.» mymovies.it

«Un documento, una testimonianza a più voci, forse profetico, per rendere il passato sempre più attuale.» cinematografo.it

«Un documentario dall'impianto classico, ma con una precisa volontà di fare un inevitabile confronto di ‹come eravamo› negli anni Settanta e di come siamo diventati.» Il Messaggero

«Santiago, Italia» comunica allo spettatore emozioni profonde. Più di tutto, forse, una certa amarezza, e perfino una rabbia: non solo per l'ingiustizia e i crimini rievocati sullo schermo, ma per l'energia e la dignità con cui il nostro Paese ha saputo reagirvi; per quello che l'Italia era e per quello che è diventata.» La Repubblica